danza contemporanea, Spazio Tadini, Federicapaola Capecchi su Francesca Magro, Coreografia d'Arte 2012

Danza contemporanea: uno studio sul corpo lo spettacolo Oltre uomo ispirato ai disegni di Francesca Magro

danza contemporanea, federicapaola capecchi, oltre uomo, coreografia d'arte 2012, Spazio Tadini1
Federicapaola Capecchi, durante le prove dello spettacolo Oltre uomo, coreografia d’arte 2012, Spazio Tadini. Alle sue spalle l’opera “Danza” di Francesca Magro

Lo spettacolo Oltre Uomo è uscito in forma di Anteprima il 29 novembre 2012 all’interno del Festival Coreografia d’Arte, ed è una delle nuove produzioni su cui la coreografa Federicapaola Capecchi – direttore artistico di OpificioTrame e socia responsabile di Danza, Teatro e Musica di Spazio Tadini – sta continuando a lavorare e a farla evolvere.

é una produzione interna alla III° edizione di Coreografia d’ArteFestival di coreografia, arte, teatrodanza – un’idea di Federicapaola Capecchi e Francesco Tadini, è ispirata ad alcuni disegni della pittrice Francesca Magro, ed è frutto di una ricerca sul corpo che, da un anno e mezzo, Federicapaola Capecchi sta portando avanti insieme alla pittrice.

danza contemporanea, federicapaola capecchi, oltre uomo, coreografia d'arte 2012, Spazio Tadini
prove dello spettacolo Oltre uomo, coreografia d’arte 2012, Spazio Tadini, nella foto Arianna Cavallo e Eleonora Soricaro

I corpi…. Di Francesca Magro mi hanno sempre attirato i corpi. Corpi non corpi, parti elettroniche o meccaniche innestate sugli arti, o addirittura prolungamenti delle membra, della testa, del cervello; dissezioni, frammenti di corpo, scomposto, distorto, tagliato, a volte, luogo in rovina.

Guardando i suoi corpi predomina per me lo spazio, il vuoto, il pieno di un essere in lotta … per cosa? Per chi? Per quale corpo oggi? A che grado, a che punto di corpo siamo? Cosa può il corpo? Domande che sono parte integrante della mia ricerca da tempo, e che trovano uno stimolante enigma nelle opere di Francesca Magro. Motivo per cui alcuni suoi disegni sono ora il motore del processo creativo di uno spettacolo di teatrodanza, inserito nel Festival Coreografia d’Arte.

Nelle sue opere vedo lo spazio e il corpo come luoghi di risonanza, dai quali traspaiono la bellezza e la crudeltà, che non sono per me distanti o scollegate, e le difficoltà che spesso hanno gli incontri inusuali, quelli che fanno intraprendere strade sconosciute e indicano modi nuovi di vedere le cose. Incontrare il corpo oggi… Francesca Magro sembra suggerirmi di approfondire anche ciò che Gille Deleuze titola, nella sua appassionata analisi di Spinoza, “Cosa può il corpo?”. […] ”

Federicapaola Capecchi, coreografa e danzatrice

Leggi di più QUI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...