federicapaola ritratto Alvise Crovato

Federicapaola Capecchi

federicapaola ritratto Alvise Crovato
Foto Alvise Alessandro Crovato

QUI TROVATE LA BIOGRAFIA COMPLETA SIA IN UN SETTORE – LA DANZA – CHE NELL’ALTRO – LA FOTOGRAFIA – DIVISA IN DUE BLOCCHI.

Choreographer and dancer @OpificioTrameSocia @Spazio Tadini, journalist, Photography Curator | Curator & Agent of Alessandro Trovati 

LA COREOGRAFIA, LA DANZA:

Federicapaola Capecchi, fondatrice, coreografa e danzatrice di OpificioTrame Physical Dance Theatre, ha debuttato nel 2008 come giovane coreografa italiana, con la creazione originale Raft of Medusa – Room of a Cloud, al Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia (Progetto Choreographic Collision part 1& 2, Direzione Artistica Ismael Ivo, ideazione Viviana Palucci e Manola Bettio, Produzione FNASD e Biennale Internazionale di Danza Contemporanea di Venenzia).

Il 2015 vede l’edizione 0 di LinosArt Festival Internazionale di danza, teatro, musica e arti performative, di cui è ideatrice – e nella direzione artistica – insieme a Salvatore Tuccio e Fabio San Filippo

Febbraio 2014 vede l’assegnazione del Leone d’Argento per la creatività di Biennale Educational al progetto “Leggo capisco e sono” per l’uso della danza nella formazione nelle scuole di cui Federicapaola è coordinatrice e docente in aula. Ha ideato, insieme a Francesco Tadini, il Festival Coreografia d’Arte ormai giunto alla sua V° edizione e il progetto Spazio, corpo e potere, ciclo di interviste dal vivo e spettacoli di cui è stato ospite il coreografo israeliano Emanuel Gat.

Il suo lavoro è citato in alcune pubblicazioni sulla danza come, per esempio, Creatori di senso. Identità, pratiche e confronti nella danza contemporanea italiana a cura di Massimo Schiavoni.

Quando ha scelto la danza e la coreografia come la sua vita ha avuto la fortuna di partecipare subito ad una produzione internazionale della Change Performing Arts, lo spettacolo “Luna di Terra” di Kayo e Yukio Mikami (Teatro Franco Parenti, Milano), di incontrare e lavorare con Marco Baliani nel progetto “Le Antigoni della Terra” (Bologna), di incontrare e studiare con Kazuo Ohno e il figlio Yoshito Ohno (Teatro Comunale di Ferrara), solo per citarne alcuni.

Nel 2006 fonda con la compagnia OpificioTrame

Nel 2006 è invitata al Festival Internazionale di Gorazde “Prijateljstva”, Bosnia Erzegovina, con lo spettacolo “Hybris” del quale cura lo studio del movimento e le coreografie.

Lo spettacolo “Resistenze“ le è valso la selezione Internazionale di Choreographic Collision, part 1 e part 2, Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia, Direzione Artistica Ismael Ivo, Associazione Danza Venezia – e, nel 2008, ha ricevuto il Premio Nazionale La Torrettadestinato a tutti coloro che con il loro lavoro contribuiscono all’esaltazione dell’arte, della cultura, della solidarietà e ad elevarne i contenuti”. Su tutto, danza, parole, gesti cerca un linguaggio vissuto, che arriva dal corpo e vi respira, senza automatismi né artifici tecnicistici.

In più di un’intervista si è definita un meticcio o un ibrido, attraversata fino in fondo e segnata da tutte le esperienze formative, gli stili e i percorsi incontrati e cercati, e perché ad ognuno di loro non è stata fedele. Li ha quasi sempre traditi. Ma nel senso che ha tradotto quanto aveva appreso in un suo percorso e in una sua personale ricerca.

Ha iniziato dalla danza classica presso la Scuola Aurelio Millos e poi alla C.S.C di Milano, oggi SPID, con Elisabeth Kahan e David Sutherland. È con un Residenziale di Adriana Borriello presso il Teatro Elfo di Milano il suo primo incontro con la danza contemporanea. Prosegue in questa direzione studiando con Susanna Beltrami, Brigitte Hyon, Dominique Dupuy, Franco Reffo, Michele Abbondanza e Antonella Bertoni. Il ’96 è un anno importante, nel quale incontra sia la danza butoh, che il teatrodanza. È l’incontro con il teatrodanza che segna il suo percorso formativo e di ricerca. In questo senso importanti per il suo percorso artistico sono i seminari e i corsi di aggiornamento di Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, Felix Ruckert, Raffaella Giordano e Giorgio Rossi.

Nel tempo si dedica assiduamente allo studio e alla pratica della contact improvisation reinterpretandola ed elaborandola in un proprio codice coreografico. Decide di completare il suo percorso artistico approfondendo anche la formazione attorale, frequentando per diversi anni la scuola di teatro di Opus Personae a Milano, “Progetto Novecento” di M. Pernich e della Regione Lombardia e laboratori intensivi sul lavoro attorale con Danio Manfredini. La sua ricerca e curiosità la spingono costantemente a confrontarsi ed approcciare nuove e diverse esperienze, come la danza africana, tradizionale e di espressione, il bharatanatyam, l’afro-contemporaneo, e a seguire corsi di aggiornamento di drammaturgia e scrittura scenica parallelamente a quelli di danza.

Durante la sua permanenza alla Biennale di Venezia per il suo debutto, approfondisce il lavoro di coreografa e di danzatrice contemporanea con Ismael Ivo, Jacopo Godani, Ted Stoffer, Reinhild Hoffann e Mi Na Yoo. E incontra Pina Bausch cui, nel 2007, la Biennale conferisce il Leone d’oro alla carriera.

Collabora con Spazio Tadini dal 2008, e nel 2010 ne diviene socia, spostando negli spazi dell’Associazione anche il suo lavoro coreografico. Come socia di Spazio Tadini porta avanti, sin dall’inizio, un lavoro di ricerca e valorizzazione della danza, della musica, del teatro e inizia, soprattutto, a sviluppare la congiunzione di fotografia (suo altro nucleo di interesse e indagine) e danza.

PREMI:

Ha vinto il Leone d’argento per la Creatività 2013 – 2014 della Biennale di Venezia il progetto “Leggo, capisco e sono” – di cui Federicapaola Capecchi è coordinatrice per lo specifico Danza (ultimo anno di progetto) anche dei formatori in aula, e di cui ha curato coreografia e messa in scena – ideato e gestito dall’Associazione Opus Personae/Cesi Barazzi per la Scuola primaria XXV Aprile di Sesto San Giovanni. Concorso e Premio riguardano progetti aventi come finalità lo sviluppo nelle Scuole della creatività applicata nel campo delle arti. Leone d’Argento per la Creatività per le scuole primarie – Progetto: Leggo, capisco e sono progetto interclasse – Scuola XXV Aprile – Istituto Coomprensivo Rovani – Sesto San Giovanni (MI) – insegnate referente: Monica Beretta

Ha ricevuto, con lo spettacolo “Resistenze”, il Premio Nazionale La Torretta 2008 “destinato a tutti coloro che con il loro lavoro contribuiscono all’esaltazione dell’arte, della cultura, della solidarietà e ad elevarne i contenuti”.

SPAZIO TADINI, LA FOTOGRAFIA:

Federicapaola Capecchi si è unita ufficialmente al progetto culturale di Francesco Tadini e Melina Scalise – fondatori di Spazio Tadini Casa Museo -, nel 2010. Con loro porta avanti una proficua collaborazione già dal 2008. Dal 2014, grazie a Spazio Tadini, sviluppa la congiunzione di fotografia (suo altro nucleo di interesse, studio e indagine) e danza.

Inoltre di recente il suo sguardo sul movimento e sul corpo ha interessato diversi fotografi che l’hanno chiamata per progetti espositivi e workshop.

Da quando ha iniziato a danzare professionalmente – 20 anni fa – ha a che fare con fotografi, spesso ne ha avuto la fortuna anche in fase di creazione spettacoli o film/documentari. La fotografia è sempre stata un suo fulcro di interesse e indagine. L’ha sempre studiata, approfondita, cercata. Sempre da un punto di vista teoretico, non ha mai avuto la velleità di diventare fotografa. Cercando di individuare a fondo anche ogni forte nesso, legame, relazione tra teatro e fotografia, tra coreografia/danza e fotografia … che non è ovviamente l’atto del fotografarla. Negli ultimi anni ha incrementato le sue ricerche (rafforzata anche da scelte e teorie come quelle di Wim Vandekeybus regista, fotografo e coreografo), ed è convinta che la fotografia sia il linguaggio più vicino alla danza, e viceversa. Già nell’esperienza con Claudio Argentiero – AFI Archivio Fotografico Italiano –, insieme al quale ha dato vita ad un workshop per fotografi specifico sulla danza, e per la cui mostra “Il corpo svelato” ha realizzato lo spettacolo CORPO 2.0., aveva manifestato questa visione, e soprattutto l’intenzione di dare un seguito fattivo tanto alla sua attenzione alla fotografia, al fascino della fotografia e dei suoi processi, quanto a questa indagine e teoria specifica.

Ha curato

  • la mostra Dark City Milano di Daniele Cametti Aspri (e testo critico)

  • la bi personale Afghanistan e Libia Martyrs del fotoreporter Riccardo Venturi (e testi critici)

  • La Fotografia di Matrimonio di Carlo Carletti (e testo critico)

  • la collettiva Yes – sguardo su nuovi autori e tendenze – con 11 fotografi Maurizio Beucci, Lucia Dovere, Fabio Bortot, Alessandra Fuccillo, Mattia Colombi, Alessandro Della Savia, Domenico Lops, Nicodemo Luca Lucà, Mauro Parma, Nicasio Ciaccio, Max Allegritti

  • la mostra “Franco Fontana & Quelli di Franco Fontana”, con 26 fotografi Denis Almar, Dario Apostoli, Lisa Bernardini, Marzia Braulin, Fausto Corsini, Carolina Cuneo, Massimo De Gennaro, Roberto Del Bianco, Francesca Della Toffola, Silvia Dominici, Laura Fabbri, Mauro Faletti, Tea Giobbo, Paolo Guidotti, Mirko Lamonaca, Marco La Vista, Giuliana Mariniello, Elena Melloni, Alex Mezzenga, Roberto Mirulla, Paola Musumeci, Michela Petti, Andrea Razzoli, Andrea Simone Sarchi, Franco Sortini, Roberto Tibuzzi.

  • La mostra Francesco Cito e la fotografia di reportage una selezione di scatti tratti dai suoi reportage in Afghanistan. La mostra di Francesco Cito si accompagna alla selezione di 8 fotografi di reportage individuati per stile, impronta e ricerca. Hermes Mereghetti, Simone Margelli, Andrea Brera, Luca Monelli, Gianluca Micheletti, Massimo Allegro, Virginia Bettoja, Stefania Villani

  • La Mostra collettiva: Berengo Gardin e 8 fotografi per Photofestival Milano 2017 – “In viaggio con Gianni Berengo Gardin,Massimo Zanti,Davide Ortombina, Luciano Marchi, Lorenzo Zoppolato, Alberto Gandolfo, Hermes Mereghetti, Dario Apostoli

  • La mostra “Lo sport in bianco e nero” di Alessandro Trovati, inserita in Photofestival 2017 e Milano Photo Week

Cura, insieme a Mosè Franchi – direttore della rivista fotografica Image Mag –, la serie di eventi “Incontro con l’Autore”: appuntamenti con la fotografia e gli autori dal vivo. Durante questa serie di incontri ha intervistato, tra gli altri, Gianni Berengo Gardin, Francesco Cito, Piero Gemelli, Alessandro Trovati, Anna Bussolotto.

È fondatrice e coreografa di OpificioTrame Physical Dance Theatre ed anche giornalista pubblicista. In questa veste ha collaborato come freelance per il quotidiano nazionale La Stampa – esperimento MI.RO Vivere Milano – e per numerose altre testate; oggi collabora con il Magazine Milano Arte Expo MAE International Art Events

Redattrice e conduttrice del TG Fotografia.

https://youtu.be/0-cDOcfCqKE

https://youtu.be/KLnAoAXi-RE

https://youtu.be/ZxTSBmDTaRY

https://youtu.be/uruwVamBrlE

https://youtu.be/wNJKJgsgVR0

https://youtu.be/TDBkZj9T_xA

SU MILANOARTEXPO.COM TROVATE TUTTI GLI ARTICOLI E INTERVISTE SU FOTOGRAFIA E A FOTOGRAFI.

È anche GIORNALISTA PUBBLICISTA ISCRITTA ALL’ORDINE NAZIONALE DEI GIORNALISTI – N° 098571

Come giornalista ha lavorato per:

LA STAMPA (Vivere Milano) esperimento MI.Rò

Euroreporter.it

MEDIAKEY

ADVEXPRESS di Salvatore Sagone

CORRIERE METROPOLITANO

PUBBLICAZIONI:

2013 – Silvana Editoriale – “Francesca Magro, Incarnazione del segno” A cura di Luca Pietro Nicoletti. Autrice del capitolo “Corpo 2.0” pag.52

2000Carlo Colla & Figli – Associazione Gruppo Oriani – Autrice di testi per la pubblicazione “Boccascena”. Semestrale della Compagnia Marionettistica Carlo Colla & Figli, Milano

1997NAPOLI SEGRETA . “Breve viaggio esoterico nella città dei mestieri, tra leggende, miracoli e magie, da Iside a Internet”. Edizioni INTRA MOENIA. Autrice del cap.VII “Templari, Rosa Croce e Magia Naturalis”. Con questo libro partecipo alla Fiera del Libro Galassia Gutemberg, Napoli.

 

ALCUNE INTERVISTE RILASCIATE SU LA DANZA:

2016 – Milano Arte Expo Federicapaola Capecchi e la Politica degli OutSiders: l’ Arte è un atto politico – di Samanta Airoldi

2014 – La Stampa Fortunato D’Amico intervista Federicapaola CapecchiIl Teatro Danza di Federica Paola Capecchi, Leone d’Argento per la creatività 2013-2014 della Biennale Educational di Venezia

2013 – Laici.it “L’arte strangolata dall’incultura autoreferenziale” di Francesca Buffo

2012Stile Italiano Magazine – Una Vita per la danza di Nicole Cavazzati

Guide danza contemporanea di Elettra Cecilia Intervista a Federicapaola Capecchi

INTERVISTE E ARTICOLI SU LA FOTOGRAFIA:

http://milanoartexpo.com/category/federicapaola-capecchi/

http://milanoartexpo.com/category/fotografia/

ALCUNE RECENSIONI SU SUOI SPETTACOLI:

Valentina di Santo, Il Grido Teatro, Roma – http://www.ilgrido.org/old/teatro/schede/resistenze.htm

Recensione spettacolo Resistenze, in scena al Vascello di Roma, di Maria Claudia Ferrari Bellisario – https://opificiotramespettacoli.wordpress.com/2012/06/16/recensione-spettacolo-resistenze-in-scena-al-vascello-di-roma-di-maria-claudia-ferrari-bellisario/

Resistenze”, le nostre emozioni in scena al teatro Vascello, di Claudia Rosahttp://www.culturalazio.it/community/Blog/archive/2009/04/22/post_20092.aspx

altre … coming soon

ALCUNE SUE RECENSIONI:

Emanuel Gat Organizing Demons – http://milanoartexpo.com/2013/10/05/emanuel-gat-organizing-demons-milanoltre-danza-contemporanea/

Pina, il film – http://milanoartexpo.com/2011/11/10/pina-il-film-di-wim-wenders-un-omaggio-affascinante-a-pina-bausch-recensione/

Wim Vandekeybus – booty Looting – http://milanoartexpo.com/2012/06/26/wim-vandekeybus-booty-looting-8-festival-internazionale-di-danza-contemporanea-della-biennale-di-venezia-visto-da-federicapaola-capecchi/

Ismael Ivo, Biblioteca del corpo – http://milanoartexpo.com/2012/06/07/ismael-ivo-biblioteca-del-corpo-inaugura-l8-festival-internazionale-di-danza-contemporanea-della-biennale-di-venezia-intervista-di-federicapaola-capecchi/

 

SEMPRE SU MILANOARTEXPO.COM TROVATE MOLTI ALTRI SUOI ARTICOLI SU DANZA, COREOGRAFIA E TEATRO.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...